Il tatuaggio

Disgraziatamente stamattina sul treno ho dovuto guardare per mezz’ora il tatuaggio tra le scapole di quella in piedi davanti a me. In mezzo alle farfalle c’era la scritta con quel font che state immaginando che recitava “La vita è tutto un gioco sopra la follia”.

Ora, vedere tatuato Vasco, e per giunta male, sulla schiena di qualcuno mi arreca un disagio paralizzante, ma alle piscine sulfuree di Bagni di Tivoli quelli di Guidonia mi hanno insegnato il valore dell’impassibilità di fronte a opere di straordinario impatto visivo quali il Colosseo tatuato sul collo o un calcio di punizione di Maradona sul polpaccio.

Lascia un commento

Privacy Policy

Seguici sui Social :-D

Facebook
Facebook
LINKEDIN
INSTAGRAM